Homepage

biografia di...MARCO CAROLA !

Nato a Napoli Il 7 febbraio 1975, Marco Carola è emerso alla fine degli anni 90 come uno dei più influenti esponenti della musica techno e elettronica. Cresciuto sotto il sole napoletano, gia' all'eta' di 13 anni suonava il suo primo kit di batteria, strumento che suonò per anni prima di cominciare a comprare e suonare dischi. Durante il 1990, quando la scena House italiana stava vivendo il suo momento d'oro, la batteria fu sostituita da due piatti e un mixer con i quali cominciò a praticare l'arte del mixaggio e diventò un dj proponendo i nuovi ritmi House. La transizione verso la techno per Marco Carola comincio' nel 1993. Con la fine del periodo dell' Italian House, la techno offriva una nuova ed eccitante occasione di creare suoni mai sentiti prima di allora. La sua abilita' nel mixare e il suo cresciente talento nella produzione in studio fece si che molti artisti si rivolgessero a lui come produttore. Tra le varie uscite più orientate verso la House e' riuscito anche a produrre un 12" per i MAW (Master at Work).
Carola si rese conto presto che produrre per etichette altrui poneva troppi limiti alla sua creativita' e nel 1996 comincio' a produrre materiale che era più in linea con il suo obbiettivo musicale.
Il risultato fu la Design Music, etichetta che divento' la prima label italiana a concentrare gli sforzi unicamente nella produzione di techno. La prima uscita fu il suo 12" Man Train. Il suono originale di Carola riempi' istantaneamente lo spazio tra la dinamicita' dei suoni sincopati della Surgeon, i cavernosi muri di suono della Lost e l'alta fedelta della Blueprint. La Design Music oggi agisce come una delle piu' inportanti fonti di Techno per l'Italia e piu' in particolare Napoli con nuovi artisti emergenti come Gaetek e Random Noize prodotti su questa etichetta. Dopo la Design, Carola fondo' nel 1998 la 1000 al fine di produrre musica ultra nuova per dj, testata da lui stesso durante i suoi sempre piu' numerosi set in giro per il mondo. Nel 1998 portava avanti i suo primo tour Australiano seguito da numerosi tour in Nord America dove il suo unico stile di mixare con tre piatti lo rese uno dei piu richiesti dj techno del momento. Nel gennaio 1998 si uni' a Corrado Izzo, mente dei i220 e fondo' due nuove etichette, la Zenit e la Question come parte della ELP (electronic label pool) etichetta che produceva gia' numerosi dj/producers da tutto il mondo.
Il duro lavoro di Carola e Izzo resero la Zenit una delle prime etichette della ELP.

Il nostro parere personale su questo dj è sicuramente quello di apprezzare i suoi ritmi coinvolgenti, quasi magici e le sue produzioni più minimal degli ultimi anni sono sicuramente frutto di un grande produttore che è riuscito con l'esperienza e le sue capacità, derivate anche dall'abilità nel suono della batteria e dalla conoscienza della House, di impiantare nelle sue track loops unici e inconfondibili di uno stile puramente Carola, è e rseterà per sempre un dj apprezzatissimo, proprio per la sua capacità non solo in produzione ma anche in dj set di creare un'atmosfera coinvolgente ricca di cambiamenti di ritmo che come ogni clubber sa fa riconoscere subito un grande dj da uno qualunque!!

Grazie Marco! :)

La verità sulla Techno!

La storia è sempre la stessa, quella non cambia mai, sappiamo bene che la Techno Music nasce a Detroit nel periodo che si affaccia agli anni 90', periodo in cui poi è diventato un vero e prorpio stile di musica! Oggi però bisogna affermare che questo stile ormai ha subito talmente tante innovazioni in genere e varietà che ormai è scomparso! La vera Techno, quella degli anni 90' ormai non esiste più, bensì esistono molti generi simili e derivati, ma che non sono Techno al 100%, perchè lo stile techno non è solo quello con percussioni forti, bassi potenti e ritmi più veloci. Già alla fine degli anni 90' la Techno aveva subito delle sfumature elettroniche, più ritmate, furono ad esempio gli anni in Italia della nascita della Metempsicosi composta da artisti come Paolo Kighine che suonavano techno-elettronica, oppure la disco del momento il Jaiss che proponeva una techno tutta sua, di rara bellezza dicono oggi gli ex!

Oggi quindi dobbiamo realizzare che esistono altri generi come la Techno-Minimale (diversissima dalla Techno) o la DrumCode suonata da artisti come Adam Beyer e Joseph Capriati che ha di diverso percussioni più sorde e bpt più lenti. Sono nuovi generi mozzafiato che ormai fanno muovere e divertire milioni di giovani che devono però intendere la vera natura della loro musica...Che è un derivato della Techno!

Un UOMO che suona come un DIO...

Una serata storica!! Grazie COCO

Boom...Sono dentro...Dentro nella bolgia, lontano dalla console ma la musica mi entra già dentro e si percepisce subito quell'atmosfera che solo un locale come il Cocoricò può trasmetterti...Entra in console Joseph Capriati che fa esplodere la gioia della folla, poi Ben Klock dilania l'aria con i suoi ritmi secchi e duri, in un attimo come se il tempo volasse subentra Adam Beyer che dimostra di essere un mito! Subito dopo Len Faki spacca tutto, sembra voler buttar giù la Piramide, fenomenale! E poi entri tu Chris, quando il sole è già alto nel cielo e illumina la favolosa pista, riesci come sempre a far terminare con il botto una serata! Grazie Chris...Grazie Coco

Liebing Sound